DELIBERA N. 45 DEL 14-10-2014

postato in: Delibere | 0

AMMINISTRAZIONE USI CIVICI STICCIANO

ESTRATTO DAL PROCESSO VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

N. 45 DEL REGISTRO SEDUTA DEL 14-10-2014

OGGETTO :APPROVAZIONE REGOLAMENTO LEGNA DA ARDERE.

L’anno duemilaquattordici addì’ quattordici del mese di ottobre alle ore 21.00
nella sede dell’Ente si è riunito il Comitato di Gestione dell’Amm.ne Usi Civici Sticciano con l’intervento dei Signori:
Meacci Claudio Presidente
Bischeri Elena,Brogioni Gianfranco, Rocchi Angelo,Scappaticci Emanuele
Consiglieri
Sono assenti i Signori : //
Fa le funzioni di segretario dell’Ente : Bischeri Elena

Constatato il numero legale per la validità della seduta , il Presidente apre la discussione sugli argo-
menti posti all’ordine del giorno.

IL COMITATO

Visto il Piano dei Tagli Decennale con il quale è stata programmata l’attività del taglio dei boschi di proprietà di questa ASBUC recepito dalla Comunità Montana Colline Metallifere Massa Marittima (Grosseto) prot. n. 6612 pos. V.2.8 del 10-11-2005;

Considerato che gli utenti di uso civico per approvvigionarsi della legna da ardere hanno la possibilità di eseguire direttamente il taglio o di prenotare la legna da ardere già tagliata a cura di questa ASBUC pagando un corrispettivo che copra le spese per il taglio, lo smacchio, la manutenzione delle strade e quant’altro si renda necessario a far arrivare la legna all’imposto;

Considerando, inoltre, che agli invalidi ed ai pensionati con basso reddito viene assegnato un quantitativo di legna da ardere gratuita trasportata presso l’abitazione di residenza a cura e spese da questa ASBUC;

Con voti unanimi espressi nelle forme di legge;

DELIBERA

Di regolare nel seguente modo il taglio, il trasporto e la cessione gratuita della legna da ardere:
1. Ogni anno il bosco dedicato al taglio della legna da parte degli utenti che ne avranno fatto preventivamente domanda verrà suddiviso in lotti i quali saranno numerati progressivamente e si provvederà all’assegnazione dei lotti tramite sorteggio;
2. L’assegnatario del lotto dovrà provvedere al taglio della legna nella stagione silvana di assegnazione;
3. La legna tagliata non potrà essere ceduta né trasportata a terzi;
4. La quantità di legna ricavabile dal taglio è di metri cubi 15 per ogni nucleo familiare;
5. Il taglio della legna potrà avvenire solo dopo l’assegnazione e la tracciatura dei lotti e terminerà il 31 marzo di ogni anno, al termine del taglio e comunque entro il 31 marzo la legna tagliata dovrà essere accatastata per poter effettuare la misurazione;
6. Agli utenti che non dispongono di mezzi meccanici necessari l’ASBUC provvederà al trasporto della legna con i propri mezzi e con il proprio personale dipendente presso l’abitazione dell’utente o presso i piccoli lotti di terreno assegnati agli utenti in Loc. Saltecchio affinchè questi vi possano accatastare la legna se presso le loro residenze non ne hanno la possibilità, il corrispettivo di questo servizio sarà stabilito anno per anno con apposita deliberazione;
7. L’elenco degli utenti che eseguono direttamente il taglio sarà inviato all’Unione dei Comuni Montana Colline Metallifere di Massa Marittima unitamente al numero di lotto assegnato;
8. Qualora sia necessario lo smacchio della legna con mezzi meccanici idonei l’ASBUC provvederà ad incaricare ditte specializzate nel settore, gli utenti interessati rimborseranno successivamente la loro quota parte del costo del servizio sostenuto dall’ASBUC;
9. Gli utenti che non eseguono direttamente il taglio, verranno approvvigionati , qualora abbiano prenotato il quantitativo di legna voluto, con legna da ardere già tagliata, ed eventualmente trasportata, a cura di questa ASBUC pagando un corrispettivo che sarà stabilito di anno in anno con apposita deliberazione;
10. I pensionati con basso reddito e gli invalidi civili hanno diritto di ricevere gratuitamente, qualora ne facciano domanda entro i termini stabiliti e pubblicati con appositi avvisi, presso la loro abitazione di residenza metri cubi 3 di legna da ardere. Hanno diritto gli invalidi con una percentuale di invalidità pari o superiore all’80% ed i pensionati con un reddito lordo annuo del nucleo familiare non superiore ad € 10.000,00//, tali limiti e percentuali verranno confermate o modificate annualmente con apposita deliberazione;
11. Gli utenti si dovranno attenere, nell’effettuare il taglio della legna, alle leggi vigenti in materia e saranno responsabili di fronte alle autorità competenti di eventuali irregolarità nel lotto loro assegnato facendo fronte personalmente ad eventuali sanzioni( di natura pecuniaria e/o altro);
12. Qualora la legna tagliata ecceda i bisogni della popolazione utente potrà essere ceduta a non utenti dietro un corrispettivo che sarà deliberato anno per anno.
Letto, confermato e sottoscritto.

IL SEGRETARIO IL PRESIDENTE

( Bischeri Elena ) ( Meacci Claudio)

Lascia un commento